V Settimana di Quaresima

Venerdì 5 aprile

Inter-rompere, è “lo spazio tutto per noi”
che nella fatica delle nostre giornate riserviamo
alla riflessione, alla consapevolezza, alla preghiera.
La preghiera è lo spazio che giornalmente 
ci doniamo per nutrire la nostra interiorità.

Si può accendere un cero
Silenzio

Invochiamo lo Spirito Santo
Spirito di fuoco,
scendi sulla Chiesa,
brucia e disperdi le sue iniquità
e il peccato di divisione.
Rinnovala
nella comunione con i fratelli,
nella relazione fedele
con il Cristo risorto.

Spirito di fuoco,
scendi sui ministri del Vangelo,
rendili fiamme guizzanti
e profeti di speranza,
nell’annuncio della Parola,
nella gratuità dell’Amore,
sorgente di vita di ogni persona.

Spirito di fuoco,
rischiara e illumina
il cammino dei ragazzi
e dei giovani,
infondi in loro l’amore
e il coraggio di trasformare il mondo.

Spirito di fuoco,
scendi e vieni ad abitare
su questa famiglia,
rendila testimone dell’Eucaristia,
forza che ci tiene uniti,
nel matrimonio,
nella vita consacrata,
nella vita di ogni battezzato.

Spirito di fuoco,
donaci di dimorare nella preghiera,
di riposare sul volto del Padre e del Figlio,
di gioire di tutti i tuoi doni,
nella com-passione e nel per-dono.

Spirito di fuoco,
libera questa società
dalla paura che ci umilia
e ci tiene schiavi.
Dalla paura di chi è diverso,
dalla paura dello straniero,
dalla paura del nemico,
dalla paura della morte.

Spirito di fuoco,
che gridi in noi il nome del Padre,
fa che la nostra umanità,
da te consolata,
sia consolazione e balsamo
per ogni sofferenza a noi vicina.

Spirito di fuoco,
prendi stabile dimora
nel cuore di ognuno.
Conferma con il tuo sigillo
quello che hai iniziato nelle nostre vite.
Tu che sei il vivente e dai la vita
per sempre.

Salmo 8 (traduzione interconfessionale)
O Signore, nostro Dio, 
grande è il tuo nome su tutta la terra!
Canterò la tua gloria più grande 
dei cieli balbettando 
come i bambini e i lattanti. 
3Contro gli avversari hai costruito una
fortezza
per ridurre al silenzio nemici e ribelli.
4Se guardo il cielo, opera delle tue mani, 
la luna e le stelle che vi hai posto, 
chi è mai l’uomo perché ti ricordi di lui? 
Chi è mai, che tu ne abbia cura? 
6L’hai fatto di poco inferiore a un dio, 
coronato di forza e di splendore, 
7signore dell’opera delle tue mani. 
Tutto hai messo sotto il suo dominio:
8pecore, buoi e bestie selvatiche, 
9uccelli del cielo e pesci del mare 
e le creature degli oceani profondi.
10O Signore, nostro Dio, 
grande è il tuo nome su tutta la terra!

Silenzio

Guidami tu, luce gentile
guidami nel buio che mi stringe
la notte è oscura e la casa lontana
guidami tu, luce gentile.
Guida i miei passi, luce gentile
non chiedo di vedere lontano
mi basta un passo e solo il primo
guida i miei passi, luce gentile.
Ho voluto scegliere e vedere la mia strada
ma tu dimentica quei giorni
guidami finché la notte sia passata
guidami tu, luce gentile.
(J.H. Newman)

Benedizione finale
Il misericordioso ponga su di noi e tra di noi
benedizione, vita, salute e pace:
una custodia di pace.
(Preghiera ebraica)

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *