LA PICCOLA BIBLIOTECA LIBERA SEMINA LIBRI

Da sabato 26 gennaio 2019 ad Altino, nel chiostro della Piazza, è aperta al pubblico la “Piccola biblioteca libera”.

E’ un’ iniziativa della Tenda di Altino del Presidio della “Laudato si’ ” che invita ad una “conversione ecologica” della nostra vita quotidiana.

La  Piccola biblioteca libera  si propone di “seminare”  libri,  cioè li offre in lettura a chiunque si trovi a passare da queste parti.

Il libro si può prendere, leggere, far circolare  e riportare. Si possono anche donare dei libri che verranno etichettati, timbrati e messi  a disposizioni dei lettori.

La  Piccola biblioteca libera raccoglie attualmente un buon numero di testi che parlano di ecologia, donati dalla Pastorale Stili di vita,  assieme a dei testi di spiritualità, di narrativa e manualistica portati in dono da altre persone.   Due scaffali sono inoltre riservati ai libri per bambine-i  e ragazze-i.



La Tenda di Altino del Presidio “Laudato si'”

3 Commenti

  1. Donato Russo Donato

    6 Febbraio 2019 - 18:50
    Rispondi

    Una bellissima iniziativa. Complimenti.

  2. Edoardo Frassetto

    21 Febbraio 2019 - 9:00
    Rispondi

    Bella idea. Vi porterò una copia del mio libro “Verso la sorgente – A piedi lungo il Piave”.

  3. Anna Snedker

    3 Marzo 2020 - 11:02
    Rispondi

    In questo contesto, si alimenta la vanagloria di coloro che si accontentano di avere qualche potere e preferiscono essere generali di eserciti sconfitti piuttosto che semplici soldati di uno squadrone che continua a combattere. Quante volte sogniamo piani apostolici espansionisti, meticolosi e ben disegnati, tipici dei generali sconfitti! Cos neghiamo la nostra storia di Chiesa, che gloriosa in quanto storia di sacrifici, di speranza, di lotta quotidiana, di vita consumata nel servizio, di costanza nel lavoro faticoso, perch ogni lavoro “sudore della nostra fronte”. Invece ci intratteniamo vanitosi parlando a proposito di “quello che si dovrebbe fare” – il peccato del “si dovrebbe fare” – come maestri spirituali ed esperti di pastorale che danno istruzioni rimanendo all’esterno. Coltiviamo la nostra immaginazione senza limiti e perdiamo il contatto con la realt sofferta del nostro popolo fedele. 97. Chi caduto in questa mondanit guarda dall’alto e da lontano, rifiuta la profezia dei fratelli, squalifica chi gli pone domande, fa risaltare continuamente gli errori degli altri ed ossessionato dall’apparenza. Ha ripiegato il riferimento del cuore all’orizzonte chiuso della sua immanenza e dei suoi interessi e, come conseguenza di ci , non impara dai propri peccati n autenticamente aperto al perdono. una tremenda corruzione con apparenza di bene. Bisogna evitarla mettendo la Chiesa in movimento di uscita da s , di missione centrata in Ges Cristo, di impegno verso i poveri. Dio ci liberi da una Chiesa mondana sotto drappeggi spirituali o pastorali! Questa mondanit asfissiante si sana assaporando l’aria pura dello Spirito Santo, che ci libera dal rimanere centrati in noi stessi, nascosti in un’apparenza religiosa vuota di Dio. Non lasciamoci rubare il Vangelo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *